Questo sito utilizza Joomla! e solamente cookies tecnici, indispensabili per il funzionamento del sito.

Masai Mara National Reserve

11-691x300

bandiera-inglese

360403

Secondo le stime a Masai Mara vivono circa 250-300 leoni, vale a dire la più alta densità in Africa. È molto facile avvistarli, soprattutto nei tratti aperti di savana.

 

Arrivare sull'altopiano del Masai Mara, la tavola verde che corre a 1700 metri di altezza tra i due bastioni della Rift Valley nel cuore dell'Africa e del Kenya, è sempre un'emozione. Sterminata savana punteggiata da acacie dalla chioma piatta e macchiata da foreste - come indica il termine masai mara, macchiata. Una prateria dove ognuno ha il suo posto speciale: i colori, l'atmosfera, la pioggia e la siccità, gli animali e poi noi, quasi che non respiriamo davanti a questo spettacolo.

 

Perchè SÌ

 

Il Masai Mara rappresenta l'attrattiva d'eccellenza di un viaggio in Kenya, spesso la ragione stessa per visitare il paese.


È l'unico parco in Kenya dove l'incontro con i Big Five è sicuro.

 

Ma chi sono i big five

elefante, leone, rinoceronte, leopardo, bufalo

 

 

02

Come muoversi

 

Game drive organizzati con guide locali esperte sono il modo migliore per visitare il parco. I nostri autisti conoscono i luoghi di ritrovo degli animali e soprattutto le piste battute.

 

Riescono ad avvicinarsi ai leoni tanto quasi da sentirne il respiro (quando il nostro è bloccato dall'emozione)

 

Chi Siamo

 

Ho trascorso gli anni della gioventù a Nairobi, nel quartiere Westlands, e oggi vivo tra la Liguria e il Kenya. Mio fratello invece non ha mai lasciato il paese, stregato forse dal Kilimanjaro o forse ancora in cerca del suo leopardo. È lui che ancora oggi trascina me, i nostri ragazzi, gli amici e conoscenti in escursioni mai uguali, in safari che partono secondo istruzioni da manuale e proseguono poi così, all’avventura. Mia figlia ha fatto il suo primo safari all'età di 5 anni proprio al Masai Mara: condividere con lei il grande spettacolo della migrazione è stato emozionante e indimenticabile.

  

3801

Una popolazione di ghepardi, 50 circa, vive nelle praterie della riserva. Sono concentrati in particolare nel Mara Triangle. Sarà perché sono abituati ai turisti appollaiati sopra i tetti dei range rover, i ghepardi si lasciano ammirare con nonchalance.

 

Il periodo migliore per visitare il parco

è tra luglio e agosto, durante la grande migrazione degli gnu.

 

In questo periodo il parco è anche molto affollato di turisti, i minibus dei safari sono numerosi quasi quanto gli animali stessi! Un giro in mongolfiera diventa allora un'ottima alternativa al traffico!

 

97-691x350

La visione dall’alto mi ha sempre affascinato: decollare con una mongolfiera significa sollevarsi dolcemente ondeggiando da un lato all’altro, lasciarsi cullare nell’ignoto dell’altitudine sospesi a metà tra il sorgere del sole e le sterminate savane color ocra. Il volo dura un'ora circa e la partenza è all'alba perché la natura è mattiniera e gli animali si muovono veloci nelle prime battute di caccia.

 

Masai Mara si trova a 270 km ad ovest di Nairobi, in un remoto angolo a sud-ovest del paese, proprio ai margini del confine con la Tanzania.

 

nairobi mara

Come raggiungere il parco:

 

  • Da Nairobi il modo più semplice per arrivare al parco è in macchina. La strada è agevole e con un 4x4 ci si arriva in 5/6 ore.

Nairobi - Masai Mara

Distanza: 242 km

 

Ore percorrenza in macchina: 5/6 ore circa

  • Dalla Costa (Malindi), considerata la distanza, l'ideale è raggiungere il parco con un volo charter, tutti i campi e lodges hanno una pista d'atterraggio. Questo consente di guadagnare tempo da dedicare al safari. (Non affidarsi ad autisti che propongono la trasferta in macchina in tempi brevi, è tecnicamente impossibile)

 

malindi mara aereo

 

Malindi - Masai Mara

Distanza: 917 km

 

Durata del volo: 2 ore circa

 

01

04

 

Migrazione degli gnu

 

Il Masai Mara è teatro di uno dei fenomeni più spettacolari della natura, La Grande Migrazione, il leggendario viaggio degli gnu che, guidati dalle piogge tra luglio e agosto lasciano il Serengeti National Park in Tanzania per dirigersi verso i pascoli erbosi del Masai MaraTra novembre e gennaio il branco ritorna nel Serengeti creando lo stesso maestoso spettacolo.

 

L’imponente branco di gnu è accompagnato da zebre e animali predatori (leoni, iene e ghepardi) che approfittano di ogni possibilità per cacciare le loro prede e si presenta come una colonna maestosa di animali: il guado dei fiumi, attraversati da correnti e coccodrilli minacciosi crea scenari da set di grandi documentari.

gnu cx

 

 

Osservare uno gnu da vicino non è affatto semplice ... meglio in fotografia.

È originario dell'Africa, appartiene alla famiglia bovidi che include antilopi, capre e altri ungulati dotati di corna.

 

 

KWS – Kenyan Wildlife Service

 

È un organismo parastatale con l’obiettivo di preservare gli ambienti naturali ed impiegare le risorse ambientali a beneficio della popolazione che vive nelle aree protette. Ha anche il compito di proteggere e difendere i parchi dai bracconieri (per zanne e corni) e dai cacciatori locali (attaccano zebre e gazzelle con arco e frecce a scopo alimentare).

 

Tra le altre responsabilità di quest’organo corporativo vi sono inoltre: formulare politiche conservative, utilizzare e gestire la flora e fauna, proporre al governo l’istituzione di parchi nazionali, riserve e altre oasi di protezione faunistica, preparare e attuare piani di gestione per le aree protette, condurre e coordinare la ricerca scientifica sulla conservazione e la gestione faunistica, amministrare e coordinare trattati, convenzioni e protocolli internazionali inerenti alla fauna.

 

Seguici  facebook pinterest flickr instagram
Contattaci
   

Facebook Like

   
© Kenya non solo safari - Manuela Pox - 2012 -