Questo sito utilizza Joomla! e solamente cookies tecnici, indispensabili per il funzionamento del sito.

Shopping

 

bandiera-inglese

06ww

05ww

 

The Village Market, Nairobi

 

The Village Market si trova nella zona residenziale di Gigiri, all’incirca a 10 km dal centro di Nairobi. Non proprio dietro l’angolo, ma vale sicuramente una visita. È aperto tutta la settimana, ma è venerdì mattina il Giorno migliore per visitarlo (trasferte-safari permettendo of course)

 

Perché?

 

Intanto perché è il Giorno di esposizione del mercato Maasai, il Maasai Market in assoluto più bello di tutto il Kenya. Noto come un Giorno particolare da tutti coloro che vivono nel paese, è un'occasione di ritrovo e di scambio aggiornamenti su novità localipartenze/arrivi di amici e conoscenti, indicazioni su safari-percorsi–itinerari, resorts-cottage-alberghi di recente apertura, compra-vendite di vario tipo, info utili&non e pettegolezzi vari.

 

 

♦ Prezzi a confronto

 

Molti degli articoli esposti al mercato maasai del venerdi sono venduti anche, a pochi metri di distanza, nei negozi del Village.

 

 
È possibile dunque fare un confronto immediato, capirne il valore reale per tornare dai maasai e puntare ad una contrattazione mirata.

 

Al Village è tecnicamente possibile gustare un buon caffè italiano di primo mattino, proseguire con snacks tandoori piccanti e bhajia den, continuare con pane e salsiccia tedesco annaffiato di birra, procedere con pizza italiana e finire con un’ottima cucina giapponese.

 

Volendo festeggiare alla grande, c’è anche un’abbondante selezione di vini italiani. Il tutto sotto gli ombrelloni al piano terra.Se si riesce a sopravvivere al pranzo, anche le arcate del primo piano meritano una visita.

 

Una serie infinita di negozi espongono artigianato locale di qualità spesso introvabile in altre del paese.

 

 

07

Atmosfera

 

Il Village è un ambiente piacevolissimo. La piazzetta centrale circondata dalle arcate, la fontana scavata nelle rocce, una grandissima varietà di negozi e ristoranti, caffetterie e bistrot e poi scivoli acquatici, un campo giochi per bambini con tanto di pista per correre sulle macchinine.

Vi si trascorre piacevolmente tutta la giornata.

 

  

K&K = Kenya&Kikoy e parei

 

Kikoy, indumento tradizionale per i pescatori della costa, si trasforma negli anni in copricostume modaiolo fashinista (anche al maschile) e diventa l’arte di indossare il pareo come un vestito e abiti tagliati su misura con il pareo. I tessuti Kikoy arricchiscono oggi una collezione di prodotti: borse da spiaggia, vestiti, pantaloni, cuscini tessuti per la casa, dai colori morbidi e vibranti.

01

 

L’ultima novità? Borsa porta computer, kikoy of course.

 

Il Must Have? Telo da spiaggia, spugna e kikoy insieme.

 

Nelle spiagge della costa, consumati dalla brezza marina, i parei sono ancora più originali.

 

 

04ww

Libri & affini

 

Text Book Centre - Nairobi, Sarit Centre piano terra

 

È la libreria culto di Nairobi dove, metaforicamente, si entra con il buio mentale e si esce illuminati da uno sfolgorio d’informazioni: libri per tempo libero e viaggi, bricolage, benessere. Narrativa, biografie.
E poi i testi sul Kenya, che sono quanto di più bello in circolazione, mappe e cartine meravigliose, stampe stupende.

  

Keswick Books & Gift Ltd - Nairobi, Sarit Centre piano terra.

 

È il tempio della cartoleria.  Il Must have, per i bambini: poster colorati con l’ABC, numeri, il corpo umano, stelle e galassie, tutto in inglese. Perfetti per decorare le stanze dei più piccoli e aiutarli ad imparare la lingua inglese con divertimento.

 

 

Pranzo al Diamond Plaza

 

Chicken tikka, tandoori food, chappati's, naans, bhajias, paani puri, dhosa's, fresh juices, paans, falooda's, samosa. E, of course, pizza.

 

02b

01

03

Diamond Plaza

 

4th Parklands Avenue, Westlands, Nairobi

 

Il nome evoca ben altra e più importante struttura, si tratta invece di una moltitudine di negozi e fast food legati tra loro da un reticolo di stretti corridoi, miscugli di colori, odori e spezie dal gusto tipicamente indio/pakistani.

 

La visita al Diamond (chiamato anche Dipi) prevede, d’obbligo, il pranzo soprattutto da quando io e mio fratello socio abbiamo aperto una mini pizzeriaInizialmente guardata con sospetto dai nostri vicini di tandoori ma in seguito accolta con simpatia.

 

Cosa comprare

 

  • Il negozio di frutta e verdura vicino al parcheggio espone una varietà di frutti e verdure tropicali introvabili in qualsiasi altro negozio del paese. 
  • Quello a fianco è il regno dei DVD falsi: film usciti da pochi mesi nelle sale europee e americane, ma anche d’annata, classici intramontabili in ottima riproduzione ad un prezzo assolutamente irrisorio. 
  • Telefoni cellulari, IPod, gadget e tutti gli oggetti elettronici immaginabili. 
  • Negozi di abbigliamento, sari in tessuti preziosi, obbligatorio comprarne almeno uno. Sartorie per confezionare abiti su misura, chilometri di stoffe damascate esposte per catturare l’attenzione. 
  • Bijoux e bracciali, mix di bangles tintinnanti, variamente colorati e di tutte le misure. Già, perchéanche le bambine li indossano abbinati ai loro sari…

Tattoo Mehndi*Tatuaggio temporaneo eseguito con hennè naturale rosso (Lawsonia inermis)

Nel negozio d'angolo della seconda strada, si entra lisce e si esce come nuove, decorate a fiori e motivi kashmir.

 

02saritwww

121

Sarit Centre, Nairobi Westlands

 

Con sei livelli di piani commerciali (negozi e uffici) il Sarit Centre concentra tutti i requisiti al dettaglio sotto un unico tetto:

è possibile entrare anche solo per prendere un passion fruit al ‘Juice it up’, o comprare souvenirs, fare la spesa da Nakumatt mentre Kamili (la nostra amata labrador) è in visita dal veterinario al piano terra, o gironzolare in un giorno di pioggia che non finisce mai.

Il tutto evitando il caos cittadino.

 

Inaugurato nel 1983 il Sarit Centre è nato dall’idea di due giovani indiani, Sobhagayachand Vidhy Shah (più conosciuto come Buchu o Bachubhai) e il suo amico Maneklal Rughani e la fondamentale consulenza di Sua Santità Sat Guru Pujya Hariram Bapa che all’epoca abitava in una casa situata sul terreno dove ora si trova il Sarit e che consigliò ai due ragazzi: “Mai vendere, comprare i terreni limitrofi, questa terra è benedetta”. Mai suggerimento fu più azzeccato.

 

12www

13www

 

Pausa supermercato

 

Provviste per spuntini, gite e safari, succhi di frutta freschi, zanzariere da letto, vino (rigorosamente Versus) per festeggiare l’avvistamento del leopardo e articoli dimenticati all’ultimo minuto.

 

La lista può essere lunga e se negozi turisto-chic degli alberghi non sono all’altezza, è meglio il supermercato:

 

Nakumatt

 

È la più grande catena di supermercati del Kenya (il reparto parafarmacia è rifornitissimo), sono generalmente situati all’interno di grandi centri commerciali dove punti vendita di vario genere, ristoranti, bistrot, banche e negozi attirano clienti bianchi e indiani.

 

Alcuni centri commerciali, inoltre, dispongono di un servizio farmacia aperto 24/24 e punti ristoro notturni per il dopo-discoteca.

 

A fianco ne segnalo due 

 

Le informazioni sono suscettibili di cambiamenti, ma le reception degli alberghi e soprattutto i loro taxisti fidati sono aggiornati e affidabili.

 

A Nairobi:

  

Zona Langata
Centro commerciale 'Galleria'. Al primo piano il Nairobi Hospital aperto 24/24 (incidenti ed emergenze, vaccini, servizio ambulanze, pediatra, medico generalista)

 

Zona Westlands
Nakumatt Ukay – farmacia aperta 24/24 e, aperti tutta la notte, pizzeria e mangerecci vari.

 

Clicca per vedere dove sono i Nakumatt.

 

 

11

Noooooooo,

 

ci siamo dimenticati di comprarlo!!!

 

Se, nell’affanno delle escursioni, si è dimenticato di comprare il portachiavi di legno a forma di giraffa o il pareo color ambra, non c’è problema. I negozi dell’aeroporto, aperti fino a tarda sera, vendono tutto!

Seguici  facebook pinterest flickr youtube
Contattaci
   

Facebook Like

   
© Kenya non solo safari - Manuela Pox - 2012 -